https://www.compost.it/wp-content/uploads/2018/07/banner-master-cnr.png

Rapporto Annuale 2015

Autori:  Massimo Centemero, Marco Ricci, Alberto Confalonieri, Michele Giavini, Jenny Campagnol, Dario dell’Anna, Gianluca Longu

Elaborazioni e impaginazione: Marco Ricci

Testo scritto a Novembre 2015 e pubblicato in Dicembre 2015

 

Il Rapporto Sintetico sui Rifiuti Organici 2015 del CIC sul recupero delle frazioni organiche, conferma la crescita del settore

Aumenta ancora la raccolta dell’organico. Con una crescita del 9,5% rispetto al 2013, lo scarto organico continua nel percorso di consolidamento come la componente principale dei rifiuti urbani raccolti in Italia, attestandosi al 43% di quanto raccolto in maniera differenziata nel 2014 (era il 37% nel 2012).

Su un totale di 12,5 milioni di tonnellate di rifiuti urbani differenziati nel Paese, la raccolta della frazione organica (umido e scarto verde) è stata di 5,7 milioni di tonnellate.

Raccolta procapite. Dal Rapporto emerge che a livello nazionale vengono intercettati 94kg procapite di rifiuto organico, con una maggiore intercettazione media nelle regioni del Nord, rispetto al Centro   e al Sud . Occorre tuttavia sottolineare che il dato è influenzato dalla diversa estensione delle raccolte nelle diverse realtà  regionali: l’intercettazione calcolata sulla quota della popolazione effettivamente servita da circuiti di raccolta differenziata è decisamente superiore al Sud, con valori medi, secondo indagini CIC, che oscillano tra 110 e 130 kg procapite.

Aumentano gli impianti di biogas. La crescita delle raccolte differenziate del rifiuto organico è strettamente correlata allo sviluppo dell’impiantistica di recupero. Nel giro di 20 anni (i primi circuiti di raccolta del rifiuto organico sono datati 1993) si è sviluppato e consolidato un sistema industriale dedicato alla trasformazione dello scarto organico che, nel 2013, conta 252 impianti di compostaggio, di cui oltre la metà  di rilevanza industriale. Continua anche la crescita del numero di impianti di digestione anaerobica, con un totale di 43 impianti operativi e un milione di tonnellate di rifiuti organici trattati.

MR, giugno 2016

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn

C.I.C. - Consorzio Italiano Compostatori

Sede legale
Via Boncompagni 93 –  00187 Roma

Sede operativa
Via Dalmazia, 2 – 24047 Treviglio  (BG)

Tel. +39 06-68584295 – Fax. +39-0363-1801012

E-mail: cic@compost.it

PEC: consorzioitalianocompostatori@legalmail.it

CHI E’ IL CIC

Il Consorzio Italiano Compostatori è un’organizzazione senza fini di lucro che si occupa di promuovere e valorizzare le attività di riciclo della frazione organica dei rifiuti dei sottoprodotti e ha come finalità la produzione di compost e biometano.

Approfondisci 

DIVENTA SOCIO CIC

ll Consorzio Italiano Compostatori riunisce e rappresenta diverse tipologie di soci, suddivisi in tre diverse categorie: Soci Ordinari, Soci Aderenti, Soci Ordinari di Categoria. Tutti i consorziati beneficiano dei servizi di gestione e promozione delle attività offerti dal CIC.

Scopri come diventare Socio.

Copyright © 1999 – 2021 – All Rights Reserved C.I.C. – Consorzio Italiano Compostatori | P.Iva: 01813631205 – Reg. Imprese Roma e C.F.:01403130287

Privacy policyCookies policy /  Stato attuale: AccettatoStato attuale: Negato | Credits

Cerca sul sito

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
post
page
Filtra per Categorie
Comunicati stampa
Conferenza Nazionale sul Compostaggio
Documentazione tecnica CIC
Formazione CIC
Iniziative concluse
Iniziative in corso
News
Rapporti CIC