Il mercato del compost

La produzione nazionale

Secondo stime del CIC basate sui quantitativi di rifiuti trattati negli impianti di compostaggio e digestione anaerobica, nel 2017 sono state prodotte in Italia circa 1,95 milioni di tonnellate di ammendante compostato.

L’85% del compost prodotto è ammendante compostato misto o ammendante compostato con fanghi (1.655.000 tonnellate).

Le tendenze di mercato sono state elaborate dal Consorzio sulla base di un’indagine condotta presso le aziende munite del marchio “Compost di Qualità CIC”.

Per quanto riguarda le modalità di immissione al consumo degli ammendanti prodotti, la decisa tendenza delle aziende è quella di un prevalente ricorso alla vendita diretta.

Solo nel caso dell’ACM, si rileva un parziale (33% dei casi) o totale (10% dei casi) ricorso all’intermediazione di soggetti terzi; nel caso dell’ACV, solo nel 20% dei casi vi è un ricorso prevalente a terzi.

Produzione_Compost_Italia_2016
la produzione di compost in italia

I prezzi di cessione del compost

Gli ammendanti immessi al consumo sono prevalentemente oggetto di vendita nel 69% dei casi, e di cessione gratuita nel 17% dei casi. L’immissione al consumo degli ammendanti è effettuata principalmente mediante caricamento del prodotto sfuso nei mezzi deputati al trasporto presso i clienti.

Gli ammendanti vengono collocati sul mercato a prezzi differenti in base alla loro tipologia e alle modalità di cessione:

  •  l’ACM in media ha un prezzo medio di vendita che varia tra i 5 €/ton per il prodotto sfuso e i 116  €/ton per il prodotto confezionato;
  • l’ACV ha un prezzo medio che sale a 16 €/ton per il prodotto sfuso e 92 €/ton per quello confezionato (anche se quest’ultimo è riferito alle risposte fornite da una sola azienda).
  • Per quanto riguarda il cippato, il prezzo medio di cessione è pari a 13 €/ton.

Il valore economico unitario degli ammendanti non cresce significativamente nel caso di commercializzazione di prodotti sfusi, ma sembra apprezzarsi nel caso dei prodotti confezionati.

I prezzi del compost in italia

I mercati e gli impieghi del compost

Il mercato degli ammendanti è prevalentemente locale o regionale, con una diffusione nazionale e internazionale che interessa il 20% circa dell’ACM.

L’ambito di impiego degli ammendanti immessi in consumo dalle aziende dipende sensibilmente dalla tipologia di prodotto:

  • per l’ACF l’agricoltura di pieno campo rappresenta quasi il 92% del mercato,
  • per l’ACM questa destinazione scende a poco meno del 69% e tale prodotto  trova impieghi significativi in orticoltura (15%) ed altri settori (16%);
  • per l’ACV  si rileva un impiegno prevalente (68%) nella produzione di terricci per il florovivaismo il proprio ambito di impiego di elezione, seguito dall’agricoltura di pieno campo (26,2%), dalla manutenzione del verde (3,2%) e dall’utilizzo in ambito hobbystico (2,6%).
gli impieghi / il mercato del compost in italia