Biogas e Biometano PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Agosto 2016 15:02

Biogas e Biometano

 

Il rifiuto organico ed in particolare la FORSU, costituita dagli scarti alimentari a più elevato contenuto di grassi e di acqua, rappresentano il rifiuto ideale per la digestione anaerobica. Tale processo consente di produrre biogas, una miscela costituita principalmente da metano (CH4), anidride carbonica (CO2) e altri gas in tracce.

 

Cos'è il Biometano?

Il biogas rappresenta una fonte combustibile rinnovabile (ottenuta a partire da rifiuti organici) e a bilancio neutro in termini di emissioni di CO2 e costituisce un'alternativa "verde" rispetto ai combustibili ottenuti da fonti fossili tradizionali quali petrolio e carbone.

 

Il Biometano può essere ottenuto dalla raffinazione del biogas, raggiungendo qualità equivalenti a quello del gas naturale; si tratta quindi di un gas combustibile equivalente al metano "naturale" che in Italia viene comunemente utilizzato da diversi decenni per il riscaldamento, la cottura dei cibi e l'autotrazione.

 

Qual'è il potenziale in Italia?

Se la raccolta dell’umido fosse diffusa su tutto il territorio nazionale (le prospettive sono buone ma siamo “a metà dell’opera”) il CIC calcola che si potrebbero generare circa 8-9 milioni di tonnellate di scarto da cucina. Se questi scarti fossero trasformati in biogas e poi in biometano si potrebbero produrre in Italia più di 450 Gm3 di Biometano. Se il Biometano prodotto fosse impiegato come combustibile potrebbe alimentare l'80% delle flotte di automezzi impiegati nella raccolta dei rifiuti. Dunque, le flotte che effettuano raccolta e trasporto dei rifiuti agli impianti di produzione di Biogas sarebbero autoalimentate dal Biometano prodotto dagli impianti stessi.

 

Il CIC ed il Biometano

Le prospettive di produzione di Biometano da FORSU rappresentano un importante contributo al raggiungimento degli obiettivi definiti dalla direttiva 2009/28, direttiva che stabilisce un quadro comune per l'utilizzo di fonti rinnovabili al fine di limitare le emissioni di gas ad effetto serra e di promuovere un trasporto più pulito.

Il Consorzio Italiano Compostatori è costantemente impegnato nello sviluppo della filiera Italiana di recupero del rifiuto organico da raccolta nei Comuni, un settore industriale strategico rappresentato da oltre 307 impianti di compostaggio di cui 47 impianti dedicati anche alla produzione di biogas, per una gestione ottimale dei rifiuti in linea con la recente strategia dell'Economia Circolare stabilita dall'Unione Europea.

 

La Piattaforma nazionale Biometano

A Novembre 2016 è stata soittoscritto il Documento Programmatico per favorire la diffusione del Biometano in Italia. Il CIC è stato uno dei principali promotori di tale iniziativa. Puoi scaricare il documento in allegato.

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Giugno 2017 08:10
 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e gestire la tua navigazione all'interno di questo sito. I cookies necessari all'essenziale funzionamento del sito sono gi stati installati.
Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la Cookies & Privacy policy. Clicca sul pulsante Agree - Confermo in fondo a questo box per proseguire la navigazione e acconsentire alluso dei cookies.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Cookies & Privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information